Tilacino

Antiquariato e Gioielli d’epoca

Antiquariato e Gioielli d’epoca

Antiquariato e Gioielli d’epoca

Statua bronzo Antoine-Louis Barye “pantera di Tunisi”

Statua bronzo Antoine-Louis Barye “pantera di Tunisi”

230,00 

Esaurito

Antoine Louis Barye,  scultore, pittore e incisore francese, celebre per i suoi ritratti di animali, nasce a Parigi il 24 settembre 1796.

Il suo lavoro propone animali selvatici, di natura violenta, soprattutto di grandi felini, ma ha anche gruppi equestri e figure mitologiche.

Antoine Louis Barye ha studiato e si è appassionato alle forme animali mentre lavorava per un orafo e faceva disegni di animali selvatici, sia vivi che morti, nel Jardin des Plantes a Parigi fra il 1823 ed il 1831.

La sua opera incarna lo spirito romantico del tempo, in particolare per la sua preferenza alle posture tese ed i movimenti violenti.

Al Salon 1831 Barye espone il suo capolavoro, Tigre che divora un coccodrillo, che è stato comprato per i giardini di Lussemburgo e che ora è al Louvre.

Il successo si ripete l’anno dopo, al Salon del 1832 con il Leone e Serpente, un altro capolavoro che è stato successivamente installato nei giardini delle Tuileries.

Lo scultore è conosciuto per i grandi monumenti commissionati dal Duca di Orleans, dai duchi di Luynes, Montpensier, e di Nemourscome, ma questi grandi lavori gli hanno permesso di produrre i suoi piccoli modelli in bronzo nelle migliori fonderie artigiane di Parigi, opponendosi all’opinione che la scultura di piccole dimensioni fosse intrinsecamente inferiore a quella a grandezza naturale o monumentale, oltre al concetto che, fra gli oggetti d’arte le figure di animali valessero meno delle

Dopo questi tempi bui per Barye, i giornali ed il pubblico cominciarono a riscoprire le sue opere e la loro perfezione: nel 1851 al Salon la sua opera Jaguar che divora una lepre, viene destinata ai giardini di Lussemburgo e solo successivamente inserita nel Louvre.

Nel 1854 Antoine Louis Barye viene nominato Professore di Disegno al Museo di Storia Naturale presso il Jardin de Plantes, incarico che mantenne fino alla morte.

Durante l’ultima parte della sua vita lo scultore ha ricevuto numerose onorificenze e riconoscimenti che meritava nella sua giovinezza.

Nel 1855 e ancora nel 1867, all’età di 71 è stato insignito della Grand Medaglia alla Exposition Universelle di Parigi per le sue opere.

Elevato al rango di Ufficiale della Legion d’Honneur, è stato nominato Primo Presidente dell’Unione Centrale delle Belle Arti e nominato membro dell’Istituto di Francia

 _____________________________________________________________________________
MARCHIO
La storia di JM Kronheim & Co

1810 – Joseph Martin Kronheim (JMK) nasce a Magdeburgo, Germania il 26 ottobre 1810

1830 – JMK lavora a Parigi dove impara la litografia

1839 – JMK arriva nel Regno Unito e lavora per Miller & Richard, fondatori di caratteri di Edimburgo

1842 – JMK sposa Ann Stapleford King (cognome da nubile) o Dallas (nome precedentemente sposato) il 12 marzo 1842 a St Cuthberts, Edimburgo. Porta con sé i suoi due figli Duncan Campbell Dallas (nato intorno al 1828) e Charles Dallas (circa 1829). Hanno due figli insieme Eliza Matilda (nata intorno al 1845) e Martin (circa 1849).

1842 – JMK elencato come incisore al 9 Buccleuch Place, Edimburgo

1844 – Kronheim & Co brevetta il processo di realizzazione di fusioni di lastre stereotipate. Il brevetto 10275 è registrato il 29 luglio 1844. Fondamentalmente uno stampo è costituito da strati alternati di carta velina e pasta su carta marrone. JMK lo vide fare da Demat di Bruxelles nel 1843 e lo portò a Londra, sostituendo gli stampi in gesso precedentemente utilizzati.

1845 – 5 febbraio 1845 – Una partnership tra JMK, John Skirving, William Shepperd, Frederick Wilson Sutton, che commerciava come Kronheim & Co fondatori dello stereotipo di brevetto di Earl Street Blackfriars viene sciolta. JMK, William Shepperd e Frederick William Sutton portano avanti la partnership.

1845 – 11 agosto 1845 – JMK lascia la partnership dei fondatori di Patent Stereotype, William Shepperd, Frederick Wilson Sutton, portando avanti l’attività con i propri nomi. Possono essere trovati nel Worcester Journal di Berrow datato 21 agosto 1845 che pubblicizza licenziatari disponibili per il processo di brevetto di Kronheim su richiesta da The Foundry, 3 Earl Street (indirizzo di Kronheim, quindi ancora un legame d’affari?) o Sheppard e Sutton, Foster Lane London. Anche la società S & S fu sciolta il 25 aprile 1846

1845 – ‘A Description of the Colosseum & Panorama of London’ cita “Questo catalogo è stato preparato per il proprietario dai signori Kronheim & Skirving, incisori e designer e le illustrazioni e la stampa tipografica sono stampate da lastre stereotipate colate dal processo di brevetto di Messrs Kronheim & Co – 3 Earl Street Blackfriars” (nota: non stampato da loro).

1846 – Elencato nell’elenco di Londra come fondatore dello stereotipo di brevetto Joseph Kronheim & Co all’indirizzo di Earl Street

1846 – JMK e John Skirving devono aver ricongiunto la loro partnership poiché scopriamo che il 17 dicembre 1846 la loro nuova partnership è stata sciolta.

1846 – Successivamente le carte commerciali di JM Kronheim & Co mostrano questa come la data in cui è stata fondata la tipografia.

1847 – Nell’elenco di Londra ma ora al 36a Paternoster Street.

1849 – 8 agosto 1849 – Viene sciolta una partnership tra JMK e i produttori di stampa fantasia Alfred Baumann di 32 Paternoster Row.

1849 – Joseph M. Kronheim, incisore, timbri e fustellatrici, stampatore e goffratore di articoli di cancelleria fantasia elencati al 32 di Paternoster Row.

1849 Charles Gregory (ex apprendista Baxter) si trasferisce da Gregory Collins & Reynolds a Kronheim, Gregory a un certo punto portò anche altri apprendisti Baxter, Thomas Thompson e Thomas Dowlen e anche Otto Mayer un artista litografico.

1850 – Kronheim ottiene la licenza per stampare utilizzando il processo di Baxter.

1851 – DUE stand alla Grande Esposizione – Kronheim & Co Manufacturers – i giurati hanno affermato di possedere il merito per la stampa in oro e argento e JM Kronheim & Co Engraver & Printer di 32 Paternoster Row su cui è stata esposta la stampa a colori di libri illustrati, biglietti, etichette e bande.

1852 – Oscar Conrad Christoph Gustav Frauenknecht (1821 – 1883) investe capitali nell’impresa.

1853 – luglio 1853 si trasferì a Bangor House, 64 e 65 Shoe Lane Fleet Street.

1857 – Precedentemente documentato da Courtney Lewis come 1855, la voce sotto conferma – JMK ha venduto la sua partecipazione a Oscar Frauenknecht, si è ritirato ed è tornato in Germania dove ha investito i suoi soldi nella produzione di polvere di bronzo (che si ritiene fosse usata nella doratura e nella lavorazione della foglia d’oro). perso pesantemente.

Ad un certo punto si trasferì in America con suo figlio Martin (Martin può essere trovato in viaggio da solo il 19 maggio 1868) e forse alcuni membri della sua famiglia, ma a un certo punto si separa dalla moglie. Può essere trovata, solo con suo figlio Duncan, elencato a Tottenham nel 1871 e altrove JMK da solo nel 1881, sua moglie muore nel 1884.

Nel 1866 (probabilmente prima che si trasferisse lì) scopriamo che il noto stampatore americano Theodore Low De Vinne stipula un contratto per rilevare il partner di JMK (?) per $ 10.000 e pagare a Kronheim $ 15.000 per il suo impianto e i diritti sulla sua invenzione. Kronheim doveva essere contratto e pagato per 5 anni, ma il contratto è durato solo 10 mesi prima di essere annullato di comune accordo a causa del costo dell’operazione. Kronheim firma il documento, quindi deve essere lo stesso JMK, non Kronheim l’azienda.

Martin Kronheim è elencato nell’elenco di New York come stampatore litografico nel 1870 e poi regolarmente dal 1878 in poi, altre date non possono essere confermate in questa fase. Deve essere tornato a casa qualche volta perché, sebbene il suo primo figlio sia nato a New York nel 1873, il suo secondo figlio sia nato a Islington nel 1875. Il suo terzo e quarto figlio nacquero di nuovo a New York nel 1883 e nel 1884 e vi morì nel 1890. Era il Martin Kronheim di Wemple & Kronheim e di altre società che operavano a New York in quel periodo?

È noto che Kronheim & Co opera da 9 Dey Street New York nel 1876. Courtney Lewis ha sempre pensato che fosse sua e una nuova attività MA in primo luogo, è possibile trovare una stampa della Oswego Starch Factory che si afferma come stampata da Kronheim & Co London E 9 Dey Street New York e anche una bacheca per venditori di pizzi “Standard Trimmings” ecc. Anche con entrambi gli indirizzi quindi… c’era ancora qualche connessione con la vecchia azienda E questo era JMK, Martin o una partnership tra loro, JMK è stato coinvolto in questa fase?

Ad un certo punto JMK torna ad essere il Regno Unito e lavora di nuovo per la sua vecchia compagnia, ma non come partner.

1857 – 28 maggio 1857. La società di JMK e Oscar Frauenknecht viene sciolta. OF di portare avanti l’attività da solo.

1857 – Gregory & Mayer diventano partner di Frauenknecht

1863 – Almanacks mostra uffici a Londra, Manchester e Glasgow**

1865 – 11 gennaio 1865 un incendio a Bangor House provoca molti danni.

1875 – Le macchine litografiche a vapore vengono introdotte presso Kronheim & Co, il vapore viene utilizzato per le macchine goffratrici già nel 1858. Si ritiene che la stampa di processo Baxter non sia stata utilizzata dopo il 1878 circa (conferma richiesta).

1881 – Giuseppe H? Kronheim, un tipografo nato nel 1810 in Germania, è elencato come celibe e convivente con Eliza Davis di 19 Chadwell Street London nel censimento di quell’anno.

1883 – Frauenknecht muore l’11 dicembre 1883 nella sua casa 73 Hungerford Road Islington. Gregory e Mayer devono riscattare la vedova di Frauenknecht causando difficoltà finanziarie.

1884 – Otto Johann Von Nepomuk Mayer e Charles Gregory commerciano come Kronheim & Co di Bangor House Shoe Lane, Londra dichiarano bancarotta.
19 novembre 1884 – Ricezione dell’ordine, 19 dicembre 1884 – data dell’incontro, 31 dicembre 1884 – Joseph Martin Kronheim!!! nominato Fiduciario, 15 gennaio 1885 – Data dell’Esame Pubblico, 12 marzo 1885 – Entrambe le parti assolte dal fallimento.

1885 – John James Griffiths acquista JM Kronheim & Co – Fred W Seeley scrivendo nel Baxter Times e in altre pubblicazioni 1908/1919 conferma che Kronheim & Co è stata acquistata in quell’anno dall’allora attuale proprietario.

1887 – JMK si ritira da Kronheim & Co e torna in Germania.

1896 – JM Kronheim muore a Berlino, Germania, il 25 marzo 1896.

1902 – Il Libraio afferma che Kronheim & Co si trasferisce in uffici temporanei al 16-20 Farringdon Avenue, Shoe Lane durante i lavori di ricostruzione di Bangor House Shoe Lane “L’impianto di stampa e i macchinari saranno in futuro installati in una fabbrica appositamente eretta alla periferia di Londra, fornendo strutture notevolmente migliorate per la realizzazione di un lavoro rapido e di prima classe”.

1903 – Un annuncio su The Printseller (febbraio 1903) conferma l’indirizzo della sede centrale come Farringdon Avenue e ora mostra un indirizzo separato per i lavori come Bangor House Tottenham Hale, (questo deve essere Fawley Road Tottenham Hale come menzionato nel 1910 di seguito) L’annuncio afferma anche , filiale a Portland Street Manchester.

1905 – Il Post Office London Directory (POLD) mostra Kronheim al 109 Hamilton House 149 Bishopsgate Without London.

1906 – Kronheim elencato in 109 Hamilton House Bishopsgate Street (deve essere lo stesso indirizzo) Londra in The Writers and Artists Yearbook. Ho una cartolina di Blackpool stampata da Hamilton House e usata per posta nel 1920. Ho anche una nota non confermata che una carta simile era stata spedita nel 1946!

1907? – Kronheim prende in prestito le lastre delle stampe di George Baxter, The Lovers Letterbox, The Day before Marriage e The Bridesmaid da Mr Bramah (che aveva acquistato tutte le lastre Baxter e Le Blond da Frederick Mockler circa 10 anni prima). Presumibilmente l’intenzione era quella di stampare da loro, ma non avevano tutti i blocchi di colore. Ho un disegno della lastra di The Lovers Letterbox in monocromia, potrebbe essere una stampa di Kronheim? Ciò che è insolito, e forse un identificatore di questa stampa, è che ha un numero stampato “3” nel margine esterno. Queste tre lastre furono restituite a Bramah nel 1923 e da loro ad AE Owens che aveva precedentemente acquistato tutte  le lastre di Bramah

1910 – (e 1914) L’elenco di Kelly elenca le stampanti a colori Kronheim JM & Co Fawley Rd Tottenham N

1911 – 7 febbraio 1911 – Muore John James Griffiths.

1912 – Hamilton House viene rinumerata come 155 Bishopsgate (il senza viene eliminato) Kronheim è ora quotata a 10 Hamilton House, 155 Bishopsgate Street London, un ufficio precedentemente occupato da un’altra attività di JJ Griffiths. Il brevetto Victoria Stone Company.

1913 – 9 settembre 1913 – Il figlio di JJ Griffiths, Fred Griffiths e suo genero Samuel Archibald Vasey, essendo gli esecutori testamentari del defunto John James Griffiths, vendono J. M Kronheim (la buona volontà?) a Norbury Natzio & Co Ltd. C’è un caso legale ascoltato Norbury Natzio Co Ltd contro Fred Griffiths (1918) di Fred che si riferisce a questa vendita. Abbiamo anche una lettera di F Seeley di Norbury Natzio che fa riferimento alla vendita nel 1913 ma afferma di aver acquistato anche tutta la pianta ecc. (vedi nota riguardante Dickinson 1919).

1914 – Una voce POLD mostra Kronheim JM & Co (proprietari Norbury Natzio & Co Limited) Billiter Buildings, 49 Leadenhall Street London sebbene la fabbrica Norbury Natzio abbia ancora sede a Manchester fino allo scoppio della seconda guerra mondiale.

1915 – The British & Colonial Printer si riferisce a Norbury Natzio & Co come acquisizione della buona volontà di JM Kronheim & Co “che stampa sia presso i suoi considerevoli stabilimenti all’Old Trafford (Manchester) che al Tottenham Hale”

1919– 9 luglio 1919 AE Owen (noto industriale e collezionista Baxter dell’epoca) paga una commissione di £ 90 al signor Bullivent di Birmingham, un commerciante Baxter, per averlo presentato al venditore di 375.265 stampe Kronheim su 52.600 fogli, “John Dickinson Ltd di Hemel Hempstead” (famosi produttori di carta, Basildon Bond, Croxley Script ecc.). Queste stampe divennero note come la collezione New Hall Vault quando furono vendute da Christies nel 1987. Si nota che Norbury Natzio acquistò il GOODWILL di Kronheim & Co ma la lettera di Seeley del 1923 (ad AE Owen) dice che acquistarono anche lo stabilimento. Come è arrivato Dickinson ad avere queste impronte? Sono necessarie ulteriori ricerche/informazioni. Una linea di ricerca è Millington & Sons, produttori di buste, aveva sede a Fawley Road Tottenham contemporaneamente a Kronheim,

1921 – Norbury Natzio Co Ltd ora chiamata Norbury Printers Ltd

1921/22 – Norbury Printers Ltd, Alf Cooke Ltd e Bemrose & Sons Ltd si uniscono per formare Universal Printers Ltd. Bemrose è il partner dominante, da qui il successivo cambio di nome vedi 1972.

1923 – 12 luglio 1923 Lettera di Fred Seeley su carta intestata ancora di Norbury Natzio & Co Ltd (stampanti litografici e generali) di Old Trafford Manchester che indica gli uffici a Londra, Glasgow, Liverpool, Parigi, Lione, Shanghai e Hong Kong.

1972 – Una voce afferma “Bemrose Corporation of Midland Place Derby (formalmente Universal Printers).

1987 – circa – L’attività di imballaggio di Bemrose, che produceva cartoni piegati stampati a colori, fu venduta a Low & Bonar (Dundee) e successivamente passò di proprietà a Cereal Packaging, una divisione di Kellogg’s, che era stato un grande cliente dell’azienda. In questo momento l’operazione di Manchester è stata chiusa. È interessante notare che abbiamo visto una pubblicità per Kelloggs che utilizza “So Nice” di Baxter, forse questo risale a quest’epoca tramite questa connessione o, naturalmente, è solo una coincidenza.